Una Scuola dedicata a Danilo Mainardi

Danilo Mainardi, scienza, divulgazione, impegno

Per quasi quarant’anni Danilo Mainardi ha affiancato il suo cammino a quello della Lipu, condividendo le sue profonde conoscenze e contribuendo attivamente alla vita e alla crescita dell’associazione. Scienziato, etologo di fama internazionale, accademico, intellettuale, ambientalista impegnato, Danilo Mainardi ha speso l’intera vita per la conoscenza, l’insegnamento e la diffusione del sapere, credendo in una divulgazione alta, di qualità, che mai rinunciasse a combinare la popolarità con l’accademia, il coinvolgimento e le emozioni con il rigore e la fondatezza scientifica.

Mainardi ha altresì sostenuto fortemente la causa ambientalista, sin da quando l’ambientalismo contemporaneo, negli anni Settanta e Ottanta del secolo scorso, si è guadagnato un ruolo importante nel determinare gli orientamenti della politica e della società. Da qui il suo contributo attivo nella Lipu e la vasta opera letteraria, sempre attenta alla conoscenza e alla tutela della biodiversità, al rispetto delle altre forme di vita, al destino del Pianeta. Nato a Milano il 25 novembre 1933, Mainardi trascorre l’infanzia a Casalmorano (Cremona), in un ambiente rurale ricco di natura, nel quale può sviluppare sin da bambino l’amore per gli animali e il desiderio di conoscerli. Laureatosi a Parma nel 1956, in scienze biologiche, comincia la sua lunga carriera universitaria ad indirizzo soprattutto etologico, che lo porterà a insegnare dapprima all’Università di Parma e in seguito a Ca’ Foscari di Venezia, senza dimenticare, dal 1973 in avanti, la direzione della Scuola di etologia del Centro Ettore Majorana di Erice.

Nel 1980 Mainardi entra in Lipu, dapprima come consigliere e in seguito come presidente e presidente onorario, offrendo contributi attivi e costanti alla vita e ai programmi dell’associazione sotto il profilo della conservazione della natura, della conoscenza degli uccelli e dell’educazione ambientale, praticata anche con i suoi inconfondibili disegni a pennarello, a commento delle memorabili lezioni di scienza. Già dagli anni Settanta Mainardi diventa un volto noto della divulgazione naturalistica, grazie a trasmissioni come Almanacco del giorno dopo e Quark, e scrive un gran numero di articoli per quotidiani e riviste e di libri, tra cui il Dizionario di etologia, Lo zoo aperto, L’animale culturale, La strategia dell’aquila, L’animale irrazionale, L’intelligenza degli animali. A Danilo Mainardi, al suo impegno, alla sua concezione di cultura naturalistica ed ecologica, la Lipu dedica la Sdam - Scuola di formazione Danilo Mainardi, affinché l’ambientalismo possa rafforzare la propria capacità di conoscere, agire, fare cultura, cogliere anche tecnicamente le grandi sfide del nostro tempo e saper generare soluzioni.

A Danilo Mainardi sono inoltre dedicate le Mainardi lectures, appuntamento annuale di etologia e natura con lezioni magistrali di grandi nomi della scienza.